G.E.A.M.

Gruppo Escursionisti Amatori Montagna

Treviso

Lago S.Croce
sullo sfondo la conca dell'Alpago

PROSSIMA ESCURSIONE

Venerdì 20 0ttobre 2017 - Val di Non - Santuario S. Romedio

VAL DI NON 

VAL DI NON  (San Romedio)
(acc. Redo - De Stalles - Cesarino)
Disl.m. 150 (T) ore 1.30 : (PP) Località al Mulino - Sentiero per Santuario di San Romedio.

LUOGO E ORA DI PARTENZA:   Piazzale D.L.F.   06.30
DIFFICOLTA’:    (T)  
VESTIARIO E ATTREZZATURE:  NORMALE DA BASSA MONTAGNA
PRANZO:  al sacco.   
ORA RIENTRO PREVISTA:  ore  20.30
TEL.: (telefonate urgenti) - 349 / 3326560

L’escursione verrà relazionata dettagliatamente il giovedi che precede l’escursione presso la sede del DLF.

L' escursione si effettua con pulman. Affrettarsi a dare l'adesione.

Locandina

Val di Non - Santuario di San Romedio

Santuario di S. Romedio Il santuario di S. Romedio si può considerare uno dei santuari più caratteristici d’Europa.

Il Santuario di San Romedio nelle vicinanze di Sanzeno in Val di Non è sicuramente il più interessante esempio di arte cristiana medioevale presente in Trentino. Si tratta di un noto luogo di pellegrinaggio, costruito su una rupe calcarea alta oltre 70 metri. Immerso in una splendida cornice naturale, il complesso architettonico è formato da più chiese e cappelle costruite sulla roccia. L’intera struttura è collegata da una ripida scalinata con ben 131 scalini. La cappella più antica dell’edificio risale all’XI secolo, nel corso dei secoli sono state erette altre tre piccole chiese, due cappelle e sette edicole della Passione. Questo suggestivo luogo ricco di spiritualità sorge grazie alla figura dell’eremita Romedio di Thaur. Alla morte dell’eremita, i suoi fedeli scavarono nella roccia la sua tomba dando così vita ad un culto che continua ancora oggi. Ci sono varie leggende su San Romedio e la più nota è sicuramente quella che riguarda un orso. Si narra che l’eremita Romedio ormai anziano era diretto a cavallo a Trento, per incontrare il Vescovo, ad un certo punto il cavallo viene sbranato da un orso, ma Romedio sarebbe riuscito a rendere mansueto l’orso cavalcandolo fino a Trento. Il 15 gennaio si festeggia il giorno di San Romedio e nel santuario si celebra una messa e si può mangiare il tipico piatto del pellegrino. Il santuario è visitato annualmente da oltre 200.000 pellegrini ed è custodito da due frati dell’Ordine di San Francesco d’Assisi.

Foto ultime escursioni - Cima M. Coglians

ultimaÈ situato a ovest del passo di monte Croce Carnico (Plöckenpass), lungo il confine tra Italia e Austria: il versante meridionale appartiene al comune di Forni Avoltri e quello settentrionale al comune di Lesachtal, nella Carinzia germanofona. Fa parte del gruppo Coglians-Mooskofel ed è raggiungibile attraverso due vie: con la via normale, più facile, che parte dal rifugio Giovanni e Olinto Marinelli (2111 m), per il versante sud, o con la via ferrata del versante nord, assai più impegnativa. Il Coglians, come tutto il gruppo cui appartiene, è caratterizzato da intensi fenomeni carsici; la grotta più profonda finora esplorata è l'Abisso Marinelli. Le pendici meridionali sono percorse dal sentiero che proviene dal rifugio Lambertenghi-Romanin presso la sella Volaia. Durante la prima guerra mondiale la cima venne stabilmente occupata dalle truppe italiane, che lo utilizzavano come punto d'osservazione. Sulla cima sono tuttora visibili i resti di alcune postazioni risalenti alla Grande Guerra.vedi tutte le foto attività 2016.

 

Organigramma

Rinnovato il Consiglio Direttivo del Gruppo Escursionisti anche con nuovi incarichi.

 

 

Programma 2017

Scarica il programma 2017.

programm2016

In biblioteca

Tutti i giovedì dalle ore 21.00 consultabili presso la nostra bliblioteca, guide, carte topografiche ecc. SI possono anche ritirare libri.

 

Canale video Gruppo Escursionisti

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 



G. Durigon ©