G.E.A.M.

Gruppo Escursionisti Amatori Montagna

Treviso

 

Casa Vivaio

Si andava per sentieri, noi del gruppo del GEAM.
Erano gli anni 90, e durante i ritrovi del giovedì sera Silvano stava pensieroso, era un po' che gli frullava in testa un progetto: quello di sistemare una casera o un rudere.
Sparò fuori la sua idea, il suo sogno.
Fu contagiosa, e iniziarono i primi contatti con i proprietari di alcune casere del Friuli, ma le difficoltà dovute alla lontananza e alla pessima condizione dei fabbricati, avevano smorzato gli entusiasmi iniziali di tutti.
silvanoMa non era così per Silvano.
Nel 2000 la svolta. La Regione Veneto tramite Veneto Agricoltura, aveva disponibili per il loro recupero, alcuni fabbricati nella zona del Consiglio e dell' Alpago.
Con la domanda di rito a Veneto Agricoltura per avere in gestione un fabbricato, abbiamo  divulgato la nostra attività escursionistica, svolta dal 1978, anno in cui il GEAM è nato, e tutte le attività svolte dal Dopolavoro Ferroviario di Treviso.
Con Bollettino Ufficiale n° 66 del 21/7/2000 la Regione Veneto ha emesso bando di concorso per la concessione in uso del Fabbricato Regionale denominato “ Casa Vivaio” ubicato nel Comune di Tambre d' Alpago ( BL ).
Il DLF di Treviso, tramite il GEAM, ha partecipato al bando, presentando come offerta un progetto di ristrutturazione, offerto dall'Architetto Ferrara, con una serie di migliorie e lavori vari a carico del GEAM.
La casa era nelle nostre mani in concessione per un periodo di 10 anni.
Silvano e tutti noi eravamo radiosi.
L'anno che seguì, un gruppo di soci abili e  volenterosi, ristrutturarono la “ Casa Vivaio “ come da progetto, e il 26 ottobre 2002 venne inaugurata.
Una bella casa con 16 posti letto, una cucina, un bagno.
L'orgoglio del GEAM.
Nel 2012 il nuovo bando emesso dalla Regione Veneto, è stato vinto dal DLF di Treviso, tramite il GEAM per un periodo di 15 anni, con i lavori di ristrutturazione sempre a carico del Gruppo.
Il sogno di Silvano è una bella realtà, e continua.

Responsabile della casa - manutenzione straordinaria

Responsabile della Casa Vivaio è il Sig. Lazzarin Silvano, il quale sin subito ne ha curato l'organizzazione, la manutenzione, e le prenotazioni.

Per l'anno 2013 vista la nuova assegnazione della Casa Vivaio al G.E.A.M. sono previsti lavori di ristrutturazione importanti. Come sempre avremmo bisogno della collaborazione di tutti i soci volenterosi le la buona riuscita del progetto.

Prenotazioni

La Casa è disponibile tutto l'anno. Ottima base d'appoggio per le escursioni nella zona del 'Alpago - Dolada, Cimon di Palantina, Cavallo, Messer - A.V. n° 7 - , nel periodo invernale sci alpinismo, e sci da fondo. Per le prenotazioni, tutti i giovedì sera dalle ore 21.00 presso la sede del D.L.F. di Treviso in Via Benzi 86. Le prenotazioni vanno richieste preventivamente al Sig. Lazzarin Silvano. Vai al calendario prenotazioni.

Incontri con i ragazzi dell'A.I.P.D.

Il nostro gruppo è sensibile sul tema dell’inserimento sociale a tutti i livelli dei ragazzi dell’AIPD. aipdOgni anno organizziamo presso La Casa Vivaio un incontro con i ragazzi e i loro genitori. Naturalmente I temi che noi affrontiamo sono quelli legati alla conoscenza e al rispetto dell'ambiente alpino. Sotto la guida dei nostri volenterosi soci, ci proponiano di far scoprire la montagna, sia sotto il profilo naturalistico attraverso brevi escursioni (con avvistamenti anche di caprioli o cervi, riconoscendo il loro verso (Claudio) o particolari fioriture (Sante), sia per le varie attività che vengono svolte in ambiente alpino (visite a malghe e musei locali ecc.).

Dov'è


Visualizza Casa Vivaio in una mappa di dimensioni maggiori
casa vivaio

Montagna ragazzi 2013

Anche quest'anno verrà organizzata una settimana dedicata ai ragazzi.

L'obiettivo che noi ci prefiggiamo è quello di insegnare ai nostri ragazzi l'andare per i monti con i piedi e con la testa.
Le montagne non sono un campo sportivo o una palestra, non sono un ambiente artificiale creato e controllato dall'uomo. Al contrario, sono un ambiente naturale e proprio per questo presentano dei pericoli. Attrezzature modernissime, casa Vivaio attività giovanileequipaggiamento completo e preparazione personale sono ottimi alleati per le giornate in montagna ma non possono garantire la sicurezza completa. Nulla in realtà può garantire la sicurezza completa. Ma un aumento del vostro grado di sicurezza possiamo essere a definirlo, se sappiamo rapportarci in maniera opportuna con l'ambiente. Un'escursione è un fatto culturale alla scoperta di un ambiente unico per ognuno di noi. Guardiamo le carte topografiche, riconosciamo quota e vegetazione, orientiamoci anche con le ombre oltre che con una bussola... allora staremo facendo della nostra gita un'attività culturale. Seguiamo il segnavia, ma possiamo anche smarrire il sentiero e non per questo trovarci perduti.

l nostro corpo è come il motore di un'automobile, più diesel che benzina. I primi minuti di una gita, soprattutto se il percorso è impegnativo, potrebbero essere molto faticosi. Imparate a conoscervi, scoprite le vostre caratteristiche fisiche e di avvio. Solo così potrete, inconsciamente ma non troppo, dosare le vostre energie senza paura di rimanere a secco. E poi, fermatevi ogni tanto, riprendete fiato e fissate il vostro vero record, l'unico che potete chiedere alla montagna: la bellezza di un paesaggio inimitabile.